Biografilm Festival Bologna: un evento per immergersi nell’atmosfera dei film d’autore, di Chiara Pirani

Il conto alla rovescia è già partito: tutto è quasi pronto per dare inizio a un evento il cui protagonista sarà il cinema biografico. Biografilm Festival è una manifestazione dedicata al cinema d’autore, e la data d’inizio è prevista per il prossimo 13 giugno. Si succederanno eventi in cui verranno presentati molti film diversi, tra i quali alcuni candidati al Festival di Cannes, uno degli eventi cinematografici più prestigiosi, e saranno presenti registi importanti, di fama nazionale e internazionale.

Durante la conferenza stampa, che si è tenuta lo scorso lunedì 21 maggio, sono stati mostrati i trailer di molti dei film coinvolti e sono stati presentati alcuni dei registi che parteciperanno all’evento.

Prima della fatidica data d’inizio, prevista per il prossimo mercoledì 13 giugno, si terrà, presso il parco del Cavaticcio (Via Azzo Gardino), dal primo al 22 giugno, un ulteriore, importante evento, dedicato alla musica in tutte le sue sfumature. Ci saranno dei gruppi della scena nazionale, come lo Stato Sociale, gruppo noto, tra l’altro, per il secondo posto al Festival di Sanremo 2018 con “Una vita in vacanza”, il gruppo torinese Eugenio in Via Di Gioia, la band romana Bud Spencer Blues Explosion e il cantautore italiano Colapesce, alcuni locali, tra cui il trio bolognese Johnny Clash, e altri di calibro internazionale, tra i quali i Lali Puna, un gruppo musicale di musica indietronica tedesco, i Giant Sand, band di origine statunistense, e Bombino, un chitarrista e cantautore nigerino.

Il festival è legato sia al Locomotiv Club (Via Sebastiano Serlio, 25/2), che si occupa di selezionare e proporre gli artisti, sia al MAMbo: in collaborazione con il Museo d’Arte Moderna di Bologna, infatti, si terranno mostre ed eventi e, in particolare, il 21 giugno si svolgerà una mostra chiamata “That’s it”, un’esposizione dal taglio generazionale “Sull’ultima generazione di artisti in Italia e a un metro e ottanta dal confine”, in cui verranno presentati i lavori di 56 tra artisti nati dal 1980 in poi, che si esprimeranno attraverso diversi linguaggi e media.

Per ciò che riguarda l’organizzazione, sono coinvolte oltre 280 persone, che faranno volontariato. I partecipanti all’ambito coordinativo sono divisi per settori, tra i quali spiccano il reportage foto, il reportage video, il settore ospitalità, i cui membri si occuperanno di accogliere i registi stranieri, per cui è richiesta la conoscenza di una seconda lingua straniera, oltre l’inglese, dal momento che ci saranno ospiti russi e provenienti da altre nazioni. Ci sarà, poi, l’organizzazione che si occupa dei palchi, degli stand e di ciò che si può vedere dall’esterno, facendo in modo che tutto sia pronto per l’arrivo dei visitatori.

Ci sarà, inoltre, una sorta di desk informazioni, per eventuali dubbi o richieste, e ci saranno le maschere, che si occuperanno di accompagnare i partecipanti, e l’ufficio stampa, per permettere di scrivere qualche articolo relativamente alle interviste ufficiali effettuate in loco.

Per ciò che riguarda gli addetti alla fotografia, “Siamo in sedici e siamo stati scelti in base a una selezione, dal momento che ci siamo presentati in moltissimi. Per poterla effettuare, ci hanno chiesto un portfolio e una descrizione delle esperienze personali pregresse”, dice una delle fotografe dell’evento, “Abbiamo fatto diversi incontri, in cui ci hanno spiegato le modalità di svolgimento del festival, hanno suddiviso i compiti, hanno organizzato il lavoro per giornate, assegnandoci la “cura fotografica” di determinati artisti e ci hanno dato delle magliette ufficiali”.

La chiusura del festival è prevista per domenica 24 giugno e a breve verrà stilato un programma con tutti i dettagli relativi all’evento, in modo da informare adeguatamente i futuri visitatori.

Che siate appassionati o semplici interessati ad esplorare questi due mondi, il Biografilm Festival è un evento da non lasciarsi sfuggire, oltre che un’esperienza straordinaria e formativa per i membri dello staff, coinvolti in un sistema organizzativo a regola d’arte.

Uno spettacolo per gli occhi e per le orecchie, insomma, a cui sono invitati a partecipare innanzitutto i grandi appassionati di cinema e di musica, che troveranno all’interno di questa manifestazione pane per i loro denti, in una versione ancora più appetitosa. Ma il festival è anche un’ottima occasione per scoprire e ammirare più da vicino i segreti del mondo cinematografico, qualora non lo si conosca particolarmente bene, e per lasciarsi coinvolgere dal travolgente potere della musica, capace di attrarre chiunque.

Manca davvero pochissimo: dopo una prima visita musicale al parco del Cavaticcio, non vi resta che attendere con pazienza il 13 giugno, per immergervi completamente in un’atmosfera fatta di film, di grandi artisti, di registi di fama nazionale ed internazionale e di divertimento a portata di ciak.

Vox Zerocinquantuno n.23, giugno 2018

In copertina foto da

Presentato il programma del Biografilm Park. Musica, food e tutte le attività

(28)

Share

Lascia un commento