Parte il progetto “In tutte le direzioni”. Ecco in cosa consiste

Bologna, 18 dicembre- La Giunta comunale ha dato oggi il via libera al progetto “In tutte le direzioni. Scegliere la strada tra le vie di periferia”, che realizzerà in alcune aree del quartiere San Donato-San Vitale azioni integrate per promuovere la sicurezza sociale e una cultura della legalità e della cittadinanza responsabile soprattutto tra i giovani.

Il progetto, del valore complessivo di 143 mila euro, è sostenuto per poco più di 100 mila euro dalla Regione Emilia-Romagna e per il resto dal Comune di Bologna su fondi già stanziati nel Bilancio 2018. Della cifra totale, circa 40 mila euro saranno investiti in opere di rigenerazione urbana e circa 100 mila per interventi educativi. I progetti si realizzeranno entro il 30 marzo 2019.

Sarà proprio il Quartiere San Donato-San Vitale a guidare il progetto, in collaborazione con l’assessore alla Sicurezza urbana integrata Alberto Aitini, come previsto dall’Accordo quadro firmato dal Sindaco Virginio Merola con la Regione lo scorso 15 ottobre, già ratificato dalla Regione e oggi dalla Giunta comunale.

Tra gli obiettivi principali del progetto indicati dall’Accordo:

-la cura del territorio e la diffusione di una cultura della legalità, mediante il coinvolgimento attivo della cittadinanza ed in particolare dei giovani;

-la rivitalizzazione di alcune zone critiche del quartiere, in particolare Giardino Parker-Lennon, Giardino Gino Cervi, Piazza Spadolini e zone limitrofe, Croce del Biacco e Piazza dei Colori;

-il contrasto di comportamenti giovanili a rischio devianza a partire dalla prevenzione primaria e secondaria;

-il consolidamento delle risorse educative storicamente presenti nel Quartiere San Donato-San Vitale e le sinergie tra tutti gli attori istituzionali coinvolti nei processi di prevenzione, come già sperimentato in precedenti progetti dal 2011 e del 2015, che sono stati segnalati a livello nazionale tra le buone prassi di Sicurezza urbana integrata.

Sviluppando questa ottica innovativa di interventi preventivi e trasversali, tra gli interventi specifici del progetto “In tutte le direzioni” sono previsti, in particolare:

-la collocazione di dispositivi di videosorveglianza in un’area verde della Croce del Biacco, il giardino Pioppeto Mattei e aree limitrofe, interessata da problemi di spaccio di sostanze stupefacenti;

-la realizzazione di interventi di riqualificazione e rigenerazione urbana;

-lo sviluppo di azioni educative mirate rivolte a giovani e giovanissimi con interventi di educativa di strada e attività laboratoriali di territorio, azioni inclusive di mediazione culturale, interculturale e intergenerazionale, eventi informativi e aggregativi;

-interventi educativi di prevenzione della devianza nelle scuole del quartiere e azioni di riduzione del danno, con operatori esperti e l’attivazione di processi di peer education e di invio ai servizi preposti del territorio.

Vox Zerocinquantuno

 

(Comunicato Stampa comune Bologna)

(17)

Share

Lascia un commento