Pillole dai musei

Il racconto alla scoperta delle collezioni museali civiche nell’ambito l’iniziativa “Pillole dai musei”, organizzata da Istituzione Bologna Musei in collaborazione con Fondazione Cineteca di Bologna, continua nei prossimi giorni con altri due appuntamenti sul palco di Piazza Maggiore, a Bologna, a precedere le proiezioni della rassegna  “Sotto le stelle del cinema”.

Domenica 5 agosto, alle h 21.15, Anna Dore del Museo Civico Archeologico presenta la mostra Ritratti di famiglia. Personaggi, oggetti, storie del Museo Civico fra Bologna, l’Italia e l’Europa in corso fino al 19 agosto.
Ripercorrendo le vicende dei 18 personaggi (scienziati, viaggiatori, collezionisti, archeologi) legati alla storia del museo si scoprono i modi in cui – dal ‘600 al ‘900 – l’Antichità è stata guardata, studiata, raccontata e i suoi resti raccolti, custoditi, tramandati. La narrazione offre qualche assaggio, per incuriosire e invitare a sfruttare gli ultimi giorni di apertura dell’esposizione.
L’intervento, della durata di 10 minuti, precederà la proiezione del film Jackie (Cile-Francia-USA/2016) di Pablo Larrain (100′).

La sera successiva, lunedì 6 agosto, sempre alle h 21.15, Mirtide Gavelli (Museo civico del Risorgimento) rievoca Una giornata particolare… l’8 agosto 1848
Al Museo civico del Risorgimento fanno bella mostra di sé le testimonianze, le narrazioni, i cimeli della “gloriosa giornata” dell’8 agosto 1848 e dei suoi protagonisti. Per molti decenni questa data fu per Bologna una giornata di grande festa: si celebrava “il trionfo del popolo bolognese” sugli occupanti austriaci. Ma cosa successe davvero quel giorno?
L’intervento, della durata di 10 minuti, precederà la proiezione del film La gatta cenerentola (Italia/2017) di A. Rak, I. Cappiello, M. Guarnieri e D. Sansone (86′).

“Pillole dai musei” si inserisce nelle attività di valorizzazione che l’Istituzione Bologna Musei sta sperimentando per promuovere la conoscenza del patrimonio permanente disseminato nelle sue 14 sedi, attraverso originali formati comunicativi in grado di stimolare la fruizione da parte di fasce di visitatori sempre più ampie.
I musei civici da un lato si aprono al pubblico, dall’altro escono dalle proprie sale per incontrare pubblici nuovi.

Elisa Maria Cerra – Silvia Tonelli
Ufficio Stampa Istituzione Bologna Musei

 

BOLOGNA MUSEI

COMUNICATO STAMPA

Dal 9 luglio al 10 agosto 2018 l’Istituzione Bologna Musei torna sul palco di Piazza Maggiore per raccontare la ricchezza del patrimonio storico-artistico conservato nei musei civici. 12 gli appuntamenti serali con le “Pillole dai musei” che, in collaborazione con Fondazione Cineteca di Bologna, precederanno i film della rassegna “Sotto le stelle del cinema”. Preludio sabato 7 luglio con la proiezione di un nuovo video sulle Collezioni Comunali d’Arte prodotto da Bologna Welcome in collaborazione con i Musei Civici d’Arte Antica.

Bologna, 6 luglio 2018 – Proseguono anche nei mesi di luglio e agosto, nell’ambito di Bologna Estate 2018, le attività di valorizzazione che l’Istituzione Bologna Musei sta sperimentando per promuovere la conoscenza del patrimonio culturale disseminato nelle sue 14 sedi, attraverso originali formati comunicativi in grado di stimolare la fruizione da parte di fasce di visitatori sempre più ampie. I musei civici da un lato si aprono al pubblico, dall’altro escono dalle proprie sale per incontrare pubblici nuovi. Dopo l’iniziativa “I tesori della città raccontati per immagini” che lo scorso 9 giugno ha presentato sul palco di Piazza Maggiore la storia della piazza medesima e i tre video realizzati dal giovane youtuber bolognese Luis Sal sulle opportunità offerte dalla Card Musei Metropolitani Bologna, la collaborazione con la Fondazione Cineteca di Bologna si rinnova in occasione della rassegna “Sotto le stelle del cinema” per altre 12 serate che, dal 9 luglio al 10 agosto, alle ore 21.30 precederanno la proiezione dei film in programma con altrettante “Pillole dai musei”. Ad alternarsi sul palco estivo più amato dai bolognesi saranno ancora una volta i volti e le voci degli operatori dei musei civici chiamati a raccontare, nell’arco di 10 minuti in ciascuna serata, un tema rappresentativo del patrimonio conservato in ogni museo, le principali esposizioni temporanee visibili nel periodo estivo e alcuni percorsi educativi in corso, con l’ausilio di immagini e video.

L’assessore alla Cultura e promozione della città Matteo Lepore sottolinea come questa iniziativa sia “l’ultima azione, in ordine di tempo, a iscriversi in una coerente linea di indirizzo che individua nell’incentivo alla fruizione del patrimonio permanente un obiettivo prioritario, affinché, sempre di più, il museo venga percepito come preziosa risorsa vitale, profondamente radicata nell’identità storica e culturale del contesto urbano bolognese, oltre che come elemento attivatore di conoscenza e di stimoli emotivi, estetici e intellettuali, pienamente integrato nell’esperienza della quotidianità”. Il presidente dell’Istituzione Bologna Musei Roberto Grandi commenta: “Dopo il successo che ha accompagnato la sperimentazione del Quarto d’ora accademico con il racconto in 15 minuti di un oggetto simbolo delle collezioni, portiamo questo formato in Piazza Maggiore al pubblico della Cineteca di Bologna e della sua rassegna estiva Sotto le stelle del cinema. Anche in questo caso saranno coloro che lavorano quotidianamente nei musei a raccontare in prima persona agli spettatori alcune delle infinite trame narrative che sono racchiuse nei nostri musei.

La volontà di instaurare un dialogo coinvolgente e più ravvicinato con il pubblico sul tema del patrimonio museale permanente si è concretizzata inoltre in una partnership con Bologna Welcome per la produzione di un video sulle Collezioni Comunali d’Arte che verrà lanciato in anteprima sul palco di Piazza Maggiore nella serata di sabato 7 luglio alle ore 21.40 per poi essere riproposto mercoledì 8 agosto, in apertura della “pillola” curata dalla conservatrice del museo Silvia Battistini. Il video, realizzato in versione bilingue italiano / inglese, avrà inoltre un’ampia diffusione attraverso i siti web e le piattaforme social degli attori istituzionali coinvolti. Protagonista la figura di un immaginario cardinale che attraversa Piazza Maggiore per entrare nelle stanze riccamente decorate dell’appartamento situato al secondo piano di Palazzo d’Accursio, adibite a residenza ufficiale dei rappresentanti del pontefice tra il 1508 e il 1859, ammirarne i tesori d’arte e infine entrare nella contemporaneità affacciando lo sguardo su una scena quotidiana della piazza di oggi. Un viaggio nel tempo a disposizione dei visitatori delle Collezioni Comunali d’Arte per scoprire nel cuore di Bologna un concentrato unico di storia politica, artistica e istituzionale della città. “Il grande patrimonio museale di Bologna rappresenta un punto di forza fondamentale per l’attrattività turistica della città – spiega il presidente di Bologna Welcome Celso De Scrilli – Il video dedicato alle Collezioni Comunali d’Arte e realizzato da Bologna Welcome, si inserisce nel quadro di una serie di iniziative più ampie che riguardano la comunicazione dei Musei bolognesi e rappresenta uno strumento promozionale importante che, grazie a una sceneggiatura particolarmente originale e a immagini di grande suggestione, valorizza questo museo così dinamico e collocato a due passi da Piazza Maggiore, invitando a perdersi tra le sue sale e a emozionarsi ammirando i suoi capolavori.”

Il video è disponibile ai seguenti link: versione italiana: https://youtu.be/wb4Qn47zOLQ versione inglese: https://youtu.be/M6omIpEHAmw

Ufficio stampa Istituzione Bologna Musei: e-mail UfficioStampaBolognaMusei@comune.bologna.it Elisa Maria Cerra – tel. +39 051 6496653 – e-mail elisamaria.cerra@comune.bologna.it Silvia Tonelli – tel. +39 051 6496620 – e-mail silvia.tonelli@comune.bologna.it

in collaborazione con CINETECA BOLOGNA

                                       BOLOGNA WELCOME

nell’ambito di               BOLOGNA ESTATE

Domenica 5 agosto h 21.30 Anna Dore (Museo Civico Archeologico) Ritratti di famiglia: 18 personaggi per il Museo Archeologico (… e non solo) Fino al 19 Agosto presso il Museo Civico Archeologico è allestita la mostra “Ritratti di famiglia. Personaggi, oggetti, storie del Museo Civico fra Bologna, l’Italia e l’Europa”. Nella mostra 18 personaggi (scienziati, viaggiatori, collezionisti, archeologi) legati alla storia del museo presentano i modi in cui – dal ‘600 al ‘900 – l’Antichità è stata guardata, studiata, raccontata e i suoi resti raccolti, custoditi, tramandati. Il racconto offre qualche assaggio, per incuriosire e invitare a sfruttare gli ultimi giorni di apertura della mostra.

Lunedì 6 agosto h 21.30 Mirtide Gavelli (Museo civico del Risorgimento) Una giornata particolare… l’8 agosto 1848 Al Museo civico del Risorgimento fanno bella mostra di sé le testimonianze, le narrazioni, i cimeli della “gloriosa giornata” dell’8 agosto 1848 e dei suoi protagonisti. Per molti decenni questa data fu per Bologna una giornata di grande festa: si celebrava “il trionfo del popolo bolognese” sugli occupanti austriaci. Ma cosa successe davvero quel giorno?

IN COPERTINA FOTO:

Ritratti di famiglia. Personaggi, oggetti, storie del Museo Civico fra Bologna, l’Italia e l’Europa
veduta di allestimento della mostra presso Museo Civico Archeologico di Bologna, 2018
foto Giorgio Bianchi | Comune di Bologna

Vox Zerocinquantuno n.25, agosto 2018

(8)

Share

Lascia un commento